SICUREZZA SUL LAVORO

SERVIZI DI CONSULENZA PER VALUTAZIONE E MISURA AGENTI FISICI 

Entra nella sezione campi elettromagneticiCAMPI ELETTROMAGNETICI Il Capo IV del Titolo VIII del D.Lgs, 81/08, che recepisce la Direttiva 2004/40/CE, abrogata però dalla recente Direttiva 2013/40/CE del 26/06/2013 dispone che il datore di lavoro è tenuto ad effettuare una valutazione del rischio per la salute e sicurezza dei propri lavoratori esposti a campi elettromagnetici. L’art. 206 del TU 81/08 determina i requisiti minimi per la protezione dei lavoratori contro i rischi per la salute e la sicurezza  derivanti dall’esposizione ai campi elettromagnetici durante il lavoro. Fra i compiti del datore di lavoro vi è la valutazione di tutti i rischi, inclusi gli effetti nocivi per il corpo umano “a breve termine”.

  • Sopralluogo presso gli ambienti da indagare, per individuare la presenza degli apparati tecnologici e il personale addetto alle relative mansioni che comportano esposizioni;
  • misurazione del fondo elettromagnetico e dei valori di campo (Alta e Bassa frequenza) presenti negli ambienti di lavoro;
  • stesura di Relazione tecnica contraddistinta dal richiamo alla normativa vigente, caratterizzazione dei luoghi di lavoro con individuazione degli apparati in grado di emettere campi elettromagnetici, descrizione degli apparati e del loro utilizzo e report dei valori registrati.

Entra nella sezione rumoreRUMORE Con l’approvazione del Decreto Legislativo 81/2008 e le successive modificazioni e integrazioni, l’Italia ha confermato l’impostazione europea della prevenzione e protezione dei rischi introdotta già dal DLgs.277/1991 e basata sulla valutazione del rischio.

L’art.190 del D.Lgs.81/2008 impone al datore di lavoro di effettuare una valutazione del rumore all’interno della propria azienda al fine di individuare i lavoratori esposti al rischio ed attuare gli appropriati interventi di prevenzione e protezione della salute.

La valutazione del rischio deve essere effettuata da persona qualificata in tutte le aziende, indipendentemente dal settore produttivo, nelle quali siano presenti lavoratori subordinati o equiparati ad essi;  nei casi in cui non si possa fondatamente escludere che siano superati i valori inferiori di azione (LEX>80 dB(A) o Lpicco,C > 135 dB(C)) la valutazione deve prevedere anche misurazioni effettuate secondo le appropriate norme tecniche (UNI EN ISO 9612:2011 e UNI 9432:2011).

Entra nella sezione manobraccioVIBRAZIONI trasmesse al sistema mano-braccio:“Le vibrazioni meccaniche che, se trasmesse al sistema mano-braccio, comportano un rischio per la salute e la sicurezza dei lavoratori, in particolare disturbi vascolari, osteoarticolari, neurologici e muscolariL’esposizione a vibrazioni al sistema mano-braccio è generalmente causata dal contatto delle mani con l’impugnatura di utensili manuali o di macchinari condotti a mano. Vibrazioni trasmesse al corpo intero:“Le vibrazioni meccaniche che, se trasmesse al corpo intero, comportano rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori, in particolare lombalgie e traumi del rachide”.È noto che diverse attività lavorative svolte a bordo di mezzi di trasporto o di movimentazione espongono il corpo a  vibrazioni o impatti, che possono risultare nocivi per i soggetti esposti.

previewINDAGINI AMBIENTALI ARIA – SUOLO – ACQUA – RADON
La necessità di eseguire un‘indagine ambientale, sopravviene ogniqualvolta si intenda stabilire se le attività antropiche svolte su un sito nel tempo, abbiano potuto determinare delle modifiche delle caratteristiche originarie delle matrici ambientali (in particolare aria, suolo, acqua) tali da provocare rischi per la tutela della salute umana e delle risorse naturali.L’indagine ambientale valuta attraverso le verifiche analitiche: i livelli di fondo naturale, la contaminazione dei terreni, la contaminazione delle acque.L’interpretazione dei dati analitici viene accompagnata dalla ricerca storica sul sito necessaria per la determinazione del modello concettuale dell’inquinamento.Le attività in campo per l’esecuzione di indagini ambientali sono essenzialmente riconducibili a:

  • indagini geognostiche, con ricostruzioni stratigrafiche e prelievo di campioni di terreno da sottoporre a prove geotecniche di laboratorio;
  • campagne finalizzate al prelievo di campioni di terreno da sottoporre ad analisi chimiche;
  • installazione di piezometri per il monitoraggio e campionamento delle acque di falda;
  • esecuzione di analisi chimiche sui terreni e le acque prelevati, presso laboratori certificati e accreditati;
  • servizio di consulenza e misurazione del Radon
Annunci